24 SP_MAGGIO 2017

Ora che la grande massa estiva è tornata al lavoro chi ha la possibilità di essere in zone “giuste” può davvero divertirsi : logicamente i periodi migliori per il lifestyle all’aperto vanno da aprile a metà luglio e da settembre a metà ottobre, meteo permettendo .

La Sardegna offre diverse possibilità in questo senso, regalandoci pure posti incantevoli e spesso unici.

Tempo fa su questo sito abbiamo già parlato di Porto Ferro, situato tra Porto Torres ed Alghero.

Proseguendo sulla costa occidentale in direzione sud troviamo Bosa marina : vi si arriva da una strada asfaltata che porta ad un camping ed una volta in spiaggia proseguire a piedi verso sud per una quindicina di minuti, fino a ridosso dei campi da golf; il mare è cristallino e le dune sufficientemente alte da consentire un adeguato isolamento.La frequentazione è prevalentemente gay, ma vi sono anche coppie.

Più a sud troviamo una sorta di paradiso, rappresentato anche da Antonioni in Blow Up anni fa : sto parlando di Piscinas , posto unico e visitato da turisti di tutto il mondo, con le sue dune altissime che si mischiamo alla macchia mediterranea. Vi situò arrivare attraverso un strada sterrata in ottimo stato che passa traverso le ex miniere del Sulcis in un paesaggio davvero pittoresco che degrada in uno scalo riconvertito a resort denominato Hotel Le Dune. Da qui camminando verso sud, si può scegliere se rimanere nudi in spiaggia o se appartarsi dietro una delle magnifiche dune. Frequentazione soprattutto di coppie.

Se invece ci troviamo a Cagliari e cerchiamo un posto che unisca mare color smeraldo ad un poco di trasgressione dobbiamo prendere la vecchia strada per Villasimius e cercare MariPintau. Un volta parcheggiata l’auto lungo la strada o in qualche spiazzo (purtroppo il vecchio ingresso è stato privatizzato ed aperto ai tessili), dovremo , guardando il mare, andare verso ovest (Dx per la precisione) : ci troveremo su alcuni scogli popolati da coppie e , purt

Pubblicato in - Spiagge
24 SP_MAGGIO 2017

Dopo un inizio promettente durato qualche mese il Certe Notti aveva chiuso durante l’inverno 2013. I piani di sviluppo del locale, da parte de La casa Del peccato, erano parecchio ambiziosi : realizzazione di una zona wellness, nuove strutture per l’inverno al coperto, sviluppo di una zona bungalow per l’estate , complementare all’area campeggio, per farne un punto di ritrovo a 360 °.

Sembrava che la sorte del privè bolognese fosse oramai segnata, ultimo campanello di allarme più o meno un anno fa quando alcuni soci incontrati in Francia davano più che certa la riapertura il 20 di agosto. Di quale anno?

Ora invece direi che ci siamo : la gestione (la medesima dell’Elite di Cittadella) sta lavorando alacremente per portare a compimento questo bel locale entro il 14 agosto, data prevista per l’inaugurazione ufficiale.

 

Pubblicato in - Saune privé