24 SP_APRILE 2017

Dal 2013 mancavo dal Valalta, noto camping naturista sulla costa Croata in provincia di Rovigno, siamo ritornati per dieci giorni a cavallo di ferragosto.

Rispetto alla recensione già fatta QUI non è cambiato moltissimo. Infatti, come ci è stato confermato da una coppia di amici italiani conosciuti in loco, le coppie del Valalta (spesso anche con figli)  appartengono quasi tutte alla stessa "parrocchia", quella degli amanti della trasgressione libertina. Il punto rimane che dentro il campeggio ci si può muovere pochissimo, soprattutto in piena stagione, a motivo della presenza di numerosisime famiglie e di adolescenti in giro anche fino a tarda notte.

Come sapete avendo letto MLS il Valalta, pur essendo un camping "normale", ancorchè nudista, presenta degli elementi d'interesse per il modernno naturista rispetto agli altri del genere, è infatti votato a un approccio non rigoroso al naturismo, che si sposa con il comfort e la possibilità di vivere una vacanza simile a quelle che si potrebbero passare in ambienti tessili: disporre di ristoranti, usare i telefoni, poter rimanere riuniti a bere fino a tarda ora, musica alta e svaghi, manca tuttavia quel pizzico di pepe che ne farebbe un posto davvero eccellente. Eppure basterebbe pochissimo, se

Pubblicato in - Spiagge
24 SP_APRILE 2017

Nel nostro viaggio itinerante abbiamo avuto la possibilità di fermarci qualche giorno dalle parti di Barcellona e ci siamo fermati qualche ora in un paio di spiagge ovviamente naturiste.

Purtroppo nella capitale Catalana la recente urbanizzazione lounge-style di Barceloneta ha eliminato un paio di posti frequentabili, è rimasta solamente la Playa De Mar Bella nella zona nord della città. é essenzialmente una spiaggia gay cove c’è però un po’ di tutto : possibile, ma non probabile, riuscire a crearsi delle opportunità , ma l’elevata frequentazione non facilitano di certo gli approcci. Il vantaggio è quello di poter fruire di una urban naturist beach cui noi abbiamo avuto accesso addirittura a piedi dal ns. hotel sulla Diagonal. 

 Tra Castelldefells e Sitges, a sud della capitale, abbiamo invece provato la Playa di Cala Morisca, ufficialmente naturista, ma, al solito, frequentata anche da famiglie di costumisti (pure da chiassosi italici con fischio simil Trapattoni). Anche qui l’ambientazione è mista, gay coppie e famiglie, tutte insieme appassionatamente, ci si può rilassare e fare bagni molto piacevoli, per il resto, forse in bassa stagione.

Pubblicato in - Spiagge