VENUS STAR GRAN CANARIA (ES)

VENUS STAR GRAN CANARIA (ES)

 Antonello Silani    2019/01/07   957    resort , spagna , gestione locale , lifestyle

VENUS STAR GRAN CANARIA (ES)

Con il Venus Star Resort abbiamo completato il quadro delle recensioni dell’accoglienza in stile nudist-swinger a Gran Canaria.

La scelta del periodo comprendente il fine anno  è stata anch’essa motivata per avere un quadro completo dell’intera stagione canaria e vagliarne l’affluenza e la piacevolezza climatica.

Lo “Star” è il più grande e costoso resort tematico delle Canarie, infatti il vecchio Venus arriva a 12 bungalows, il Le Mirage sulla trentina mentre questo ne conta 45, un numero significativo che – di fatto – raddoppia l’accoglienza swinger nell’isola.

Il giudizio di sintesi è che si tratta di una bella ed essenziale struttura, sebbene con dei difetti di cui il principale è la gestione, che risulta al momento insoddisfacente. Proprio quest’ultima considerazione non ce la saremmo mai aspettata, visto che la stessa del Venus Resort di cui abbiamo diffusamente trattato QUI, pertanto quindi si tratta di persone con un’importante esperienza nell’accoglienza swinger.

Il punto di maggiore forza sono le frequentazioni, indiscutibilmente migliori della concorrenza.

Partendo appunto dalla struttura va detto che la principale mancanza è una playroom coperta; quella a bordo piscina è inutilizzabile per motivazioni climatiche, oltre ad esser eccessivamente esposta e non garantire per questo motivo la necessaria privacy. Un ulteriore pecca è la qualità dei materiali usata nelle suppellettili, al punto che a tre mesi dall’apertura del resort quasi tutti i comodi lettoni prendisole sono rovinatissimi, le serrature delle porte funzionano male, e anche le docce risentono di problemi importanti. Significativo che  non sia stato previsto un phon adeguato a fronte di un utenza attenta al look. Il ristorante coperto, inoltre, è privo di riscaldamento che – per fortuna – c’è nei bungalows ed è molto utile d’inverno. Per il resto l’impatto visivo è discreto anche se essenziale, per cui il vecchio Venus risulta più accogliente anche nei colori.

La seconda è più importante critica riguarda la gestione, siamo esterrefatti dal fatto che nonostante le numerose richieste e proteste abbiano deciso di mantenere la temperatura dell’idromassaggio (peraltro bellissimo) a 31 gradi, rendendolo inutilizzabile per la massima parte del giorno e del tutto inutile durante la notte. Il mousse party che fanno due volte a settimana risulta impossibile da godere a motivo sempre del fresco e dell’assenza di un tiepido ristoro a compimento del gioco.  Anche il ristorante è risultato poco funzionale, troppo esposto a nord anche di giorno con poca disponibilità di posti sulla terrazza dove batte il poco sole che lo investe. In particolare abbiamo partecipato al costosissimo veglione organizzato dal resort che si è dimostrato un disastro vero e proprio.  L’ambiente era molto freddo e le signore hanno sofferto tutta la sera; il cibo ai limiti della commestibilità; le bevande a pagamento e la promessa festa con musica non c’è stata costringendoci tutti ad andare via verso l’ 1 PM per continuare nei locali della zona.

Nonostante queste lacune, però, va detto che le presenze erano notevoli: molte più coppie di età adeguata al mondo swinger (35-50) e anche più giovani. Due volte a settimana organizzano il barbacoa accettando persone dall’esterno, catalizzando anche coppie di livello mediamente superiore al contesto canario anche se l’offerta di lettini in quei casi è insufficiente. Di massima lo Star come i suoi consimili è frequentato da persone provenienti dal nord Europa, 5/6 le coppie di italiani peraltro molto interessanti. Il “movimento” è pochino, come al Le Mirage, di molto inferiore al vecchio Venus che ha anche la piscina più calda e la playroom coperta. Come nelle citate strutture la sera sono tutti fuori.

Ci torneremmo? Non lo so … rispetto al servizio i 135 euro giornalieri sono un pò eccessivi, forse meglio andare a prendere il sole nelle giornate a pagamento, evitando quelle col barbacoa perché troppo costose.

CONDIVIDI

ARTICOLI CORRELATI

VENUS RESORT GRAN CANARIA (ES)

VENUS RESORT GRAN CANARIA (ES)

MASPALOMAS (GRAN CANARIA - ES)

MASPALOMAS (GRAN CANARIA - ES)

Gran Canaria (ES) 2014

Gran Canaria (ES) 2014

GRAN CANARIA 2016

GRAN CANARIA 2016

3 Commenti

  1. Sempre utilissime le recensioni ed i commenti su questo blog! Questa recensione è una stroncatura del resort, tra l'altro molto ben motivata! Purtroppo il vecchio Venus conta solo 12 bungalow ed il rischio di non incontrare le coppie "giuste" è alto... Concludendo, la situazione canaria è la seguente: - Venus Star molto mal gestito - Venus Resort piccolo (12 bungalow) - La Mirage soprattutto con clientela over 65/70 e sempre occupato... Tra l'altro il fatto che la sera siano sempre tutti vuoti è soprattutto dovuta al fatto che se si vuole cenare decentemente bisogna per forza uscire. Dalle recensioni fatte sui club libertini dell'isola, confrontandoli con gli italiani, non viene una gran voglia di andarvi... Insomma, più ombre che luci... Peccato perché Gran Canaria avrebbe grandi potenzialità!

  2. Ciao Kull, bentornati. Dicamo che hai un po estremizzato, tutto sommato al Venus Star ci si diverte e, rispetto al resto dell'isola, le frequentazioni sono più che discrete. Certo si paga e ci sono amplissime aree di miglioramento che la mentalità tedesca delle gestioni sia dei resort che dei locali non riesce a comprendere. Ma la maggioranza li sono loro...e vincono.

  3. Hai ragione, vincono si! Gran Canaria è quasi bilingue: spagnolo e... tedesco!

Solo gli utenti registrati possono commentare. Accedi o registrati.