ORIENT BAY, St.Martin (Piccole Antille)

ORIENT BAY, St.Martin (Piccole Antille)

 KrystalClub   31 Marzo 2015   1446    spiagge , altro estero

ORIENT BAY, St.Martin (Piccole Antille)

Per prima cosa un grande benvenuto a KrystalClub su MLS. Ale, infatti, dopo aver creato la location libertina per coppie scambiste per eccellenza ci da, oggi, un altro importante messaggio: le Antille non sono per voi!!
Smile
Grazei del contributo "esotico".
Kapedag


Orient Bay è una bellissima spiaggia naturista autorizzata, situata nella parte francese di St. Martin.
Alle spalle della spiaggia, e con accesso diretto ad essa, si trova un villaggio nudista abbastanza conosciuto e piuttosto spartano, con bungalow che si affacciano sul mare.
Il litorale è attrezzato e i prezzi per chi non soggiorna al villaggio sono di 20 euro o dollari al giorno per un ombrellone e due lettini.
Si parcheggia con facilità a due passi dalla spiaggia, che comprende anche due bar che cucinano alcuni piatti alla griglia.
Benché la nostra vacanza non avesse nulla a che vedere con la ricerca di situazioni hot, ci siamo recati per tre volte ad Orient Bay per il puro piacere di prendere il sole con le chiappe al vento.
Siamo ai Caraibi, quindi aspettatevi un mare da molto bello a splendido (dipende dal vento, che alcuni giorni soffia con insistenza, anche se non arriva mai ad essere fastidioso), spiaggia di sabbia bianca e molto fine, e sole all’apparenza gentile ma in realtà insidioso per le pelli sensibili.
Due cartelli avvertono che le foto non sono consentite, ed il divieto viene fatto rispettare con attenzione (abbiamo visto un bagnino chiedere al nostro vicino di ombrellone di fargli visionare la photo gallery del cellulare).
Fin qui tutto bene.
Il vero ed unico problema è la frequentazione, o meglio, l’età media dei bagnanti: i giovanotti hanno sessant’anni; i più vecchi si trovano in uno stadio di putrefazione avanzata.
Osservare “lo struscio” sulla battigia è come trovarsi sul set di un film di George Romero, e tra una mandria di zombi nudi e l’altra, spiccano le camicette e i bermuda dei turisti giapponesi sbarcati a Philipsburg dalle navi da crociera, e finiti ad Orient bay non si sa quanto consapevolmente.
Riflettendo tra noi, abbiamo avanzato l’ipotesi che ai due estremi della spiaggia vi sia un servizio gratuito di defibrillazione, e che quelli che vanno avanti e indrè da un capo all’altro si facciano dare una scossetta a mo’di ricarica prima di voltarsi e riprendere il giro.
Domandando agli zombi (peraltro estremamente amichevoli) che lavoro facciano, invariabilmente la risposta che si ottiene è “retired!” (“in pensione!”); in effetti, stupidi noi a domandare.
Ma almeno, è possibile ipotizzare che questi walking dead in gioventù fossero appetibili?
No: nessun corpo umano può ridursi così, a meno che non rimanga immerso in acqua per settimane dopo il decesso.
Superdotati? Nessuno. Normodotati? Neanche. Microdotati? Molti. Bambole tipo Ken? Parecchie.
Tette di tutte le lunghezze: all’ombelico, all’anca, al ginocchio.
Pelo incolto molto diffuso.
A proposito: a St.Martin non aspettatevi di vedere le bellezze femminili che normalmente associamo all’idea di Guadalupa o Martinica, perché qui il modello –l’unico- è la culona creola chiatta, al punto che persino i manichini nei negozi hanno il deretano sporgente ed immenso (sul serio!).
In conclusione, Orient Bay è fantastica per il relax, ma nessuno provi a convincervi che qui vi sia “vita”, in nessun senso.

 

CONDIVIDI

1 Commento

  1. benvenuti ! e grazie, fa sempre piacere scoprire nuovi orizzonti.

Solo gli utenti registrati possono commentare. Accedi o registrati.