Sardegna Naturista

Sardegna Naturista

 b-bender   02 Settembre 2015   2993    altro italia , spiagge

Sardegna Naturista

Ora che la grande massa estiva è tornata al lavoro chi ha la possibilità di essere in zone “giuste” può davvero divertirsi : logicamente i periodi migliori per il lifestyle all’aperto vanno da aprile a metà luglio e da settembre a metà ottobre, meteo permettendo .

La Sardegna offre diverse possibilità in questo senso, regalandoci pure posti incantevoli e spesso unici.

Tempo fa su questo sito abbiamo già parlato di Porto Ferro, situato tra Porto Torres ed Alghero.

Proseguendo sulla costa occidentale in direzione sud troviamo Bosa marina : vi si arriva da una strada asfaltata che porta ad un camping ed una volta in spiaggia proseguire a piedi verso sud per una quindicina di minuti, fino a ridosso dei campi da golf; il mare è cristallino e le dune sufficientemente alte da consentire un adeguato isolamento.La frequentazione è prevalentemente gay, ma vi sono anche coppie.

Più a sud troviamo una sorta di paradiso, rappresentato anche da Antonioni in Blow Up anni fa : sto parlando di Piscinas , posto unico e visitato da turisti di tutto il mondo, con le sue dune altissime che si mischiamo alla macchia mediterranea. Vi situò arrivare attraverso un strada sterrata in ottimo stato che passa traverso le ex miniere del Sulcis in un paesaggio davvero pittoresco che degrada in uno scalo riconvertito a resort denominato Hotel Le Dune. Da qui camminando verso sud, si può scegliere se rimanere nudi in spiaggia o se appartarsi dietro una delle magnifiche dune. Frequentazione soprattutto di coppie.

Se invece ci troviamo a Cagliari e cerchiamo un posto che unisca mare color smeraldo ad un poco di trasgressione dobbiamo prendere la vecchia strada per Villasimius e cercare MariPintau. Un volta parcheggiata l’auto lungo la strada o in qualche spiazzo (purtroppo il vecchio ingresso è stato privatizzato ed aperto ai tessili), dovremo , guardando il mare, andare verso ovest (Dx per la precisione) : ci troveremo su alcuni scogli popolati da coppie e, purtroppo, alcuni voyeurs che purtroppo fanno parte del paesaggio. La roccia è ruvida e val la pena di portarsi qualcosa che ammorbidisca la seduta. L’acqua è fantastica ed anche diverse coppie che vi si recano , peccato solo per il topless di alcune signore un po’ pudiche.
Risalendo invece verso nord non ho buone notizie da Costa Rej dove una barbara urbanizzazione ha azzerato il movimento naturista (così mi è stato riferito e non ho notizie di prima mano), mentre ho sperimentato la caletta di Razza di Junco che si trova in Gallura : posto incantevole, popolato da tessili e cinofili da una parte ed invece deserto nella zona deputata al naturismo.
C’è da dire, purtroppo, che un po’ dappertutto si possono trovare posti incantevoli, ma anche scarsamente popolati.

 

 

 

 

 

CONDIVIDI

ARTICOLI CORRELATI

spiaggia naturista Macchiatonda (GR)

spiaggia naturista Macchiatonda (GR)

2 Commenti

  1. L'isola è un incanto e le sarde donne belle e focose. Ci sono gli spazi e la voglia di fare ma ci vuole attenzione perchè l'imbecille è sempre in agguato. peronalmente Porto ferro è stata per me un esperinza incredibile.

  2. Leggevamo di Piscinas sul web. Pare che siano state autorizzate tante altre spiagge naturiste. Sempre ottime notizie. Speriamo che decollino anche i posti libertini!

Solo gli utenti registrati possono commentare. Accedi o registrati.