CAP D'AGDE 2015

CAP D'AGDE 2015

 b-bender   21 Settembre 2015   3507    resort , francia , club privè , spa saune privè , spiagge

CAP D'AGDE 2015

Questa recensione è redatta da B-bender con la collaborazione di Kapedag

E’ sempre bellissimo tornarci!

Quest’anno ce la siamo presa comoda. Abbiamo cercato un appartamento all’Heliovillage, fuori da ogni contesto erotico, volutamente con la voglia di cercare riposo e relax.

Non pensate cose strane, l’attitudine al divertimento ed allo swinger life è sempre stata ben presente, ma con un approccio diverso. Al primo posto il mare, il sole ( quando c’era), la spiaggia, poi il resto.

C’è anche un perché : da tempo non assaporavamo un’atmosfera così aperta e disinibita in ogni dove, soprattutto in spiaggia dove sembrava di essere tornati indietro di dieci anni. Tutti ( o quasi) molto ben coinvolti e con la grande voglia addosso senza pregiudizi o falsi pudori.

Che sia stato il caldo di luglio (ad agosto il clima è purtroppo cambiato in negativo e l’acqua è diventata gelida), l’assenza dei Russi causa embargo, oppure una fortunata serie di concause, ci siamo davvero divertiti e rilassati.

Avendo evitato il Glamour , possiamo dire che il Tantra sembra diventato il fulcro delle serate a Cap D’Agde. Rispetto all’anno scorso il locale è stato completamente rinnovato e rifatto al piano di sopra dove hanno leggermente ridotto l’area solo coppie favore di una sorta di anticamera “free for all” : francamente non ne capiamo il motivo, c’erano sere dove nell’area riservata camminavi sulle persone e facevi davvero fatica a trovare un divanetto. Del resto il piano terra è rimasto invariato con la solita pista ed il solito scannatoio per gang bang nel retro; boh..se l’hanno fatto ci sarà un perché. L’ingresso non è più gratuito per coppie, ma con 30 € si ha diritto a 2 consumazioni; la gestione è fin troppo attenta ad intervenire per pulire e sanificare ad ogni break; sono presenti alle pareti dispenser di soluzione igienizzante (attenzione a farne un uso !!! )

Siamo stati un paio di volte al Jules dopo aver cenato al bistrot della stessa proprietà che regala ingressi omaggio : l’approccio è sempre stato imbarazzante, con ambiente prossimo al gerontocomio, mentre poi via via entravano coppie più giovani e l’età media si abbassava sensibilmente; grandi soddisfazioni in un ambiente sempre carico.

Abbiamo poi testato all’ultimo pomeriggio prima di partire l’Histoires d’O che è sempre uguale in tutti sensi; fortunatamente niente cazzeggi e coppie indecise, ma ottima qualità media e grande decisione da parte di tutti.

Peccato dover chiudere il capitolo ancora una volta, si spera solo per pochi mesi.

B-bender

L’intento era quello di fare una recensione congiunta con B-bender ma devo dire che lui è stato davvero esaustivo. Mi sentirei di fare solo una precisazione sul Tantra, è invalsa la prassi di mettere la scritta riservato su tutti i divani del locale, fermo restando poi di lasciarti sedere sino a quando non arriva qualche gruppetto di francesi con bottiglia cui sei costretto a lasciare il posto senza avere alternative comode in quanto, come ha detto B-bender gli spazi si sono ridotti. Devono stare attenti le rendite di posizione non pagano!!!

Riguardo all'ambiente, almeno per il breve periodo che abbiamo frequentato, mi sentirei di confermare in pieno quanto descritto dal nostro amico. Noi, infatti, siamo stati al Village in tutto quattro giorni in diversi periodi e – posso affermare senza timor di smentite – il momento migliore è stato dopo ferragosto, contrariamente a quanto avveniva in precedenza in cui il top era dal 25 luglio al 16 agosto, pure grazie al corposo e animato afflusso di coppie italiane (anche se spesso purtroppo accompagnate da altrettanto nefasto arrivo di singoli italioti che, tuttavia, in quel periodo pagano molto e si divertono poco, per cui anche i più testardi sembrano stiano capendo che non si può partecipare a una festa senza biglietto d’invito).

All’interno del villaggio permane il problema degli alloggi, costosi e di qualità scadente! Quest’anno abbiamo provato il Le Riad, sicuramente intelligente nella sua progettazione, sconta tuttavia atavici problemi francesi che culminato con letti ristretti e soprattutto con una pulizia degli ambienti e dei corredi molto scarsa, anche a fronte di costi alberghieri elevatissimi (€ 200 al giorno solo dormire). Da quando viaggio con la mia compagna, che in materia di alberghi è esigente, il posto migliore nel rapporto qualità prezzo rimane l’hotel EVE, che peraltro è difficilissimo prenotare in quanto sempre pieno.

A capodanno abbiamo già prenotato il Natureva SPA e la serata al Glamour, vi faremo sapere.

Kapedag

CONDIVIDI

ARTICOLI CORRELATI

Cap d'Agde Le 2 et 2 & L'Histoire d'O

Cap d'Agde Le 2 et 2 & L'Histoire d'O

CAP D'AGDE 2012

CAP D'AGDE 2012

CAP D'AGDE 2013

CAP D'AGDE 2013

Cap D' Agde 2014

Cap D' Agde 2014

2 Commenti

  1. Grazie ad entrambi delle recensioni! Complessivamente più rosee e positive che non quelle dell'anno precedente... Evidentemente ogni anno, a Cap d'Agde, è diverso dal precedente e questo non può che essere una cosa positiva, almeno per rompere la monotonia... Siete stati al Mousse Party? Fighe di legno? Ragazzine indecise, Big Jim e Ken vari? Età media in crescita o in discesa? L'anno prossimo speriamo di tornare, dopo un po' Cap ti manca, nonostante, come avete detto, la scarsa qualità (e l'alto costo!) degli alloggi...

  2. Ciao @Kull , noi non siamo potuti andare alla Mousse per motivi meteo ne in sauna 2X2 per la fila mostruosa all'ingresso., per cui lascio la risposta a @b-bender . Riguardo a Barbie e Ken, mi sembra che @b-bender abbia ampiamente risposto che l'action quest'anno era significativa, esattamente come confermato da coppie di amici. A presto A

Solo gli utenti registrati possono commentare. Accedi o registrati.