PUNTA KRITZI (CROAZIA)

PUNTA KRITZI (CROAZIA)

 kapedag   14 Settembre 2013   6316    croazia , spiagge

PUNTA KRITZI (CROAZIA)

Questa scogliera - che si trova a Monsena - è affascinante. Per arrivarci tocca percorrere un tortuoso viottolo immerso nel verde a ridosso della costa; il Bar retrostante la spiaggia è un interessante punto d'aggregazione e consente al tramonto immagini da cartolina accompagnate da una piva ghiacciata.

La località è naturista, anche se non ufficialmente dichiarata tale come molte delle spiagge Croate. Piuttosto affollata da una popolazione eterogenea che esclude la presenza di famiglie, attesa l'atmosfera di libertinaggio che alligna sovrana sia nella parte etero che in quella gay.

Come ogni scogliera che si rispetti l'accesso al mare è scomodo: è necessario portare scarpe da roccia e tappettino in gommapiuma. L'acqua è limpida e di piacevole freschezza, per le vettovaglie non c'è problema in quanto con una cifra più che ragionevole si può fare un piacevole break eno-gastronomico.

La libertà indotta dalla presenza di persone di mentalità aperta è totale, così la tolleranza; come ovvio siffatta situazione favorisce la presenza singoli non solo nudisti ma con intenzioni d'altro genere. Non ho assistito a problemi di sorta nella convivenza ma mi è stato riferito che in passato l'enclave dei guardoni locali ha creato qualche imbarazzo, più che altro con persone della stessa risma. Anche per questo è consigliabile non isolare troppo la propria vettura.

Il posto non è pericoloso, nemmeno di notte.

Considerata l'assenza di adeguati svaghi notturni (se si accentua l'Anaconda un ristorante "giusto"e alcuni locali in Rovigno) e la pochezza dei ristoranti locali un moderno naturista potrebbe annoiarsi per periodi prolungati, ottimo per il week end anche lungo.

CONDIVIDI

ARTICOLI CORRELATI

PUNTA CRENA (Liguria Italia)

PUNTA CRENA (Liguria Italia)

Valalta Rovigno (Croazia)

Valalta Rovigno (Croazia)

ROVIGNO E VALALTA (CROAZIA) 2016

ROVIGNO E VALALTA (CROAZIA) 2016

2 Commenti

  1. punta Kritz 2013. purtroppo al momento il ns. report è negativo. da giugno 2013 infatti la spiaggia è presidiata da due vigilantes autorizzati dal sindaco. fanno la ronda avanti e indietro e dal sentiero che sovrasta gli scogli controllano la situazione. pochissime ormai le occasioni per "giocare" : abbiamo più volte sfidato i due (che abbiamo ribattezzato Gianni e Pinotto) mentre si trovavano in pausa pranzo (facile dopo un paio di giorni notare i loro spostamenti e gli orari) e pure altre coppie si sono lanciate; altri addirittura rimanevano schermati dagli ombrelloni. Sicuramente non scherzano : un giorno abbiamo visto richiamare in disparte un tizio che girava da qualche giorno (non abbiamo capito se da single o in coppia) facendogli compilare una specie di verbale. tempo 1/2 ora ed è arrivato un gendarme : le voci della scogliera parlavano di un processo per direttissima. Inutile commentare : i vigilantes fanno il loro lavoro, l'amministrazione avrà delle valide motivazioni per reprimere il movimento all'aperto, gli esercenti del posto si lamentano data la fuga di molti habituè. vedremo in futuro come si evolverà la questione.

  2. Avevo sentito parlare di questa assurda situazione. Mi ricordo quando circa 7/8 anni fa a Cap d' Agde le autorità locali decisero di metter fine alla trasgressione libertina ein plein air con un potente opera repressiva. Si aprla di una perdita di flussi turistici del 50% in due anni...ci hanno ripensato!! Così spero sia per i Croati che ci restituiscano un altro paradiso che va perduto.

Solo gli utenti registrati possono commentare. Accedi o registrati.