Lezioni di lifestyle: 3 la coppia scambista

Lezioni di lifestyle: 3 la coppia scambista

 kapedag   17 Luglio 2014   5320    lifestyle , gestione locale

Lezioni di lifestyle: 3 la coppia scambista

Continuano le lezioni su Modernlifestyle, dopo essersi soffermati sul singolo da privè (lezione 1) ed il gestore del privè (lezione 2), tratteremo i veri protagonisti del lifestyle: le coppie.

Anche in questo caso si cercherà di incasellare in modelli standardizzati che, come in tutti gli altri casi (lezioni 1 e 2), sono solo esemplificativi di comportamenti riscontrati nel lifestyle italico. Quest’ultima precisazione è necessaria perché i modelli che andrò a rappresentare non valgono all’estero. La graduazione verrà espressa in termini numerici da 1 a 10, come a scuola. Le coppie con valutazione doppia sono quelle in cui la variabilità verso l’alto o il basso si associa all’approccio individuale. Distingueremo pertanto :

La coppia standard: voto 7-8

La coppia neofita: voto 7-10

La coppia occasionale: voto 6-5

La coppia opportunista: voto 4

La coppia compiacente: voto 1



La coppia standard. Come evidente dall’attributo trattasi della tipologia più diffusa. L’età è attorno ai 40-50 per lui e 33-45 per lei; la nazionalità italiana di entrambi; l’esperienza di circa 3-5 anni. Trattasi di coppia curata e ancora in forma, almeno per quanto riguarda lei, anche se con l’evoluzione e la diffusione del lifestyle anche i lui di coppia stanno ponendo maggiore attenzione alla cura fisica. Veste sexy , pratica lo scambio completo, talvolta accetta il singolo giovane, sia pur senza entusiasmo da parte di lui, che lo considera un diversivo per la compagna rispetto alle coppie con cui praticano in genere, in cui la componente maschile è più “stagionata”. Finchè rimane nei binari descritti questa coppia costituisce l’ossatura portante del lifestyle, ne condivide il modello come standard della propria sessualità e lo vive in pieno, pur sempre con un occhio alla privacy ma senza farne una malattia. Questa coppia è in genere sposata o tra separati; ha figli che, ovviamente, protegge dal contesto, pur accettando l’idea che un domani potrebbero partecipare al lifestyle per salvaguardare la longevità della coppia. Pur preferendo un ambiente più eterogeneo, la forte concentrazione di queste coppie in un locale costituisce una garanzia, anche se in rischio di ripetitività e un po’ di noia è immanente, tutto infatti è rendez vous.

La coppia neofita. Se riescono a superare lo scoglio della schedatura si presentano all’interno del locale con il timore reverenziale e l’ansia della prima volta. La loro fascia d’età e tra i 25 e i 35, spesso coetanei . La mancanza d’esperienza li rende vulnerabili, solo il timore e la timidezza li possono proteggere dai cacciatori in cerca di trofei (in genere coppie di tutte le tipologie, in quanto i singoli sanno di partire battuti ). In genere vestono casual, sono simpatici e piacevoli, salvo le eccezioni delle cosiddette “fighe di legno” . Capita, infatti, che queste coppie siano spinte dalla sola curiosità, fattore accettabile come motivazione per le primissime esperienze, poi è necessario fare una scelta, per quanto strette siano le regole. Molto spesso sono “operative” solo tra di loro o tra donne pari età, la componente esibizionismo femminile è uno degli aspetti salienti, forti di una forma fisica supportata dalla gioventù. Se questo può essere un vantaggio nel contesto estetico del locale si traduce in un danno nell’ambiente di gioco; molte donne delle coppie standard potrebbero reagire negativamente all’inevitabile attenzione che le performance saffiche ed esibizionistiche della coppia neofita suscitano. Peraltro a loro danno anche la circostanza che vincere facile spesso significa non vincere, per cui i neofiti il più delle volte si chiudono in gruppetti autoreferenti e fanno solo “vetrina”, senza godere del contesto libertino che è connotato da facilità relazione scevra da filtri e libertà di esprimere i propri desideri; arriveranno a conoscere davvero cosa è il lifestye solo dopo una rigida selezione naturale e molto tempo. Quando, però, la coppia neofita si integra è sicuramente il miglior incontro che si può fare in un club! Anche rispettando le loro rigide “regole d’ingaggio” la soddisfazione c’è comunque. Come detto, la maggior parte sono giovani che non amano i singoli ma c’è anche una minoranza di persone mature che arrivano questa scelta per la prima volta in età più avanzata, queste ultime transitano spesso dal singolo prima di arrivare allo scambio. Le coppie neofite sono quasi sempre almeno conviventi e la loro frequentazione cessa con l’arrivo dei figli; l’ attenzione alla privacy è elevata, pur non raggiungendo i livelli della coppia occasionale.

La coppia occasionale. In grande ascesa in termini numerici è generalmente composta da pari età che vogliono diversificare in libertà, sostenendosi vicendevolmente in assenza di sentimenti forti; le regole mal si addicono alla schizofrenia delle tipologie ma governano il loro rapporto che è basato su un concetto di corrispettività quasi giuridico. Già solo cominciando a parlare di età ci sono vistose eccezioni, anche con riferimento alla componente femminile che non di rado è più avanti negli anni. La loro nazionalità spesso è mista italo-straniera. Trattasi di coppie di aspetto estetico variabile, talvolta con punte di grande interesse non sempre parimenti distribute. Vestono molto ordinario, considerato che uno almeno dei due ha il partner ufficiale a casa, che aspetta inconsapevole. Praticano lo scambio completo in maniera quasi ossessiva e di massima non accettano il singolo oppure lo cercano sistematicamente. Questa tipologia vive il lifestyle come una componente non essenziale della sessualità, un semplice diversivo; spesso nemmeno ne condivide le basi ideologiche, tenendo la famiglia ufficiale di molto fuori, anche solo concettualmente dal contesto (la motivazione è spesso la stessa che danno anche i singoli: mia moglie/marito non è interessato, in effetti sono loro che non intendono coinvolgerli); la privacy è il leit motiv delle scelte relativamente alle location da frequentare, una vera angoscia per loro. La presenza in massa di queste coppie non alimenta un sano modello di lifestyle, il mordi e fuggi e il fatto che alcuni di loro sono belli e talvolta giovani, aiuta però la diversificazione nelle frequentazioni. Pertanto, se presenti in quota non maggioritaria, utilizzando un comportamento corretto e trasparente nel rispetto delle persone e delle regole, a mio avviso, possono fare anche bene al locale rimanendo ben lontani dalla coppia “opportunista” che ne costituisce la degenerazione.

La coppia opportunista è anch’essa in grande crescita. La prima cosa che si nota è una notevole differenza di età ed estetica tra i due. Sono amici e spesso nemmeno si stimano, ciascuno alla prima occasione si ricolloca e rinnega tutto il passato. La componente femminile italiana è generalmente matura, quella straniera molto giovane; invertita la situazione maschile. In alcuni casi è una scelta di comodo in altri l’assenza di alternative spinge la singola di questa coppia a cercare ambienti dove è molto apprezzata e il singolo a sfruttare la possibilità di spendere meno rispetto al costo che questo ambiente riserva al suo status. Si tratta di fatto due singoli accoppiati, rientranti nella categoria dei “professionisti” con l’aggravante della non sempre facile riconoscibilità e del fatto che questa coppia non punta i propri pari ma le coppie vere: quelle “standard” annoiate dalle stesse facce, sono le sue prede preferite ma non lesina attentati alle neofite, con il rischio di fare danni notevoli all’investimento che queste ultime costituiscono per il lifestyle, in caso di successo. In genere sono single anche nella vita in quanto connotati da un egoismo illimitato e da grandi doti di opportunismo, oltre che da una ipocrita mentalità e dall’ossessione del sesso. Non sono minimamente interessati ai problemi di privacy, l’unico problema della tessere associative per loro è il relativo costo; anche la possibilità di incontrare conoscenti non li spaventa ….hanno un bel pelo sullo stomaco. Non perdono un occasione e se si trovano bene te li ritrovi ogni week end, ciascuno paga la sua quota in quanto questi maschietti sono generalmente dei maggiordomi sciocchi senza un euro, molto molto spesso nella vita portano la divisa. Praticano lo scambio completo e criticano chi non lo fa. I singoli – per quanto mal digeriti dal lui di coppia che intravede se stesso in loro, sono imposti dalla lei che se ne prende quanti vuole, soprattutto quando non ci sono coppie disponibili. Talvolta il lui di coppia gira da solo e lei anche…ma solo nei locali dove questo è permesso. Il lifestyle non sanno nemmeno cos’è nonostante che siano anni e anni che frequentano questi ambienti non hanno imparato nulla, per loro la coppia è solo un opportunità per infrangere le regole che li emarginano come singoli (sia maschio che femmina); non vogliono accettare il ruolo di servizio del piacere altrui che gli impone lo status. La presenza di molte coppie del genere distrugge il locale in quanto dopo poco sono individuate (anche perché cambiano spesso partner) e le coppie vere che si mettono in gioco provano repulsione per questi soggetti, ancorchè talvolta di aspetto piacevole. I locali seri prendono contromisure per arginare il fenomeno ma non sempre riescono e talvolta finiscono per penalizzare le coppie occasionali che invece sono coppie vere anche se non complete. Il vantaggio della presenza di questa coppia è legato al fatto di fare numero.

La coppia compiacente. Sono le cavalette del lifestyle! Hanno tutte le età, compresa la “minore” e la “terza”. Lei veste molto sexy, lui in jeans e camicia nelle migliori delle ipotesi, tanto non deve fare colpo su nessuno, solo controllare le orde di singoli che li assaliranno non appena entrati nel locale. Sono le “coppie” vere o create ad hoc, che assecondano gestioni disoneste nel facilitare il successo dei singoli e quindi la loro profittevole concentrazione nell’impresa del gestore. Vanno a percentuale. In sostanza si tratta di una moderna forma di prostituzione, meno esplicita, che favorisce l’amor proprio del singolotto italico che crede sempre di esser un latin lover. Inutile dire che dovrebbero trovarsi in ambienti diversi, purtroppo cancellati dalla legge Merlin, che ha abolito le case di piacere in Italia. La loro presenza etichetta il locale e si associa alle orde di singoli, siamo fuori dal lifestyle! Non solo, sarebbe opportuna un attività di pulizia di questi personaggi che alimentano l’emarginazione del libertinaggio, spesso associato al mercimonio. Riconoscibilissimi….l’unico vantaggio della loro presenza in locali molto frequentati da singoli è che se li portano via in massa, impegnandoli per un po’, dando così un opportunità ai singoli “professionisti”, che le riconoscono al volo, di divertirsi almeno un po, avendo sbagliato locale e pagato un caro prezzo.

CONDIVIDI

ARTICOLI CORRELATI

REGOLE DI COPPIA SCAMBISTA

REGOLE DI COPPIA SCAMBISTA

Lezioni di lifestyle: 2 il gestore di privè

Lezioni di lifestyle: 2 il gestore di privè

RAPPORTI DI COPPIA

RAPPORTI DI COPPIA

La principessa: lei di coppia

La principessa: lei di coppia

2 Commenti

  1. Fantastico! stavolta ti sei superato: analisi migliore non l'avrebbe fatta nemmeno......io... (;op Mentre leggevo mi sono sfilate davanti agli occhi centinaia di coppie viste o conosciute negli anni. Purtroppo mi si è anche palesata la consapevolezza che il gioco che adoro: mettere ogni coppia nella giusta casella, ormai lo posso praticare solamente a Milano o a Vicenza visto che Roma ha visto morire definitivamente il lifestyle.

  2. Grazie jackie, attendiamo un contributo anche da parte tua o meglio ancora vostra su MLS. :)

Solo gli utenti registrati possono commentare. Accedi o registrati.